ItalianEnglishSpanishFrenchGermanRomanianArabicChinese (Simplified)Filipino
GreekIndonesianJapanesePolishPortugueseRussianSwedishThaiHebrew

Category: Pianeta Terra

E’ ancora mistero sull’aereo scomparso della Malaysia Airlines

E' ancora mistero sull’aereo scomparso della Malaysia AirlinesUn’altra giornata di ricerche dell’aereo Malaysia Airlines MH370 sparito sabato con 239 persone a bordo è passata invano. Ma il mistero sulle ultime ore del volo del Boeing 777-200, invece di chiarirsi, si è infittito grazie alla serie di rivelazioni e smentite da parte del governo di Kuala Lumpur.

La mancanza di certezze ha portato al progressivo allargamento dell’area dove una task force multinazionale è impegnata nelle operazioni di recupero, lasciando l’impressione che le autorità brancolino nel buio.

Una potenziale svolta nelle indagini è arrivata questa mattina dal Wall Street Journal, che citando investigatori americani in contatto con la Boeing e la Rolls Royce (costruttrice dei motori) ha menzionato la possibilità che il velivolo abbia proseguito per quattro ore dopo la scomparsa dai radar. Data l’improvvisa virata verso ovest rilevata dai radar militari malaysiani e attribuita quasi con certezza al MH370, l’aereo potrebbe quindi aver percorso quasi fino a 4 mila chilometri nell’Oceano Indiano, rendendo quindi ancora più difficile il compito delle ricerche. Continua a leggere…

Oregon, incredibile anomalia spazio-temporale [Video]

Oregon, incredibile anomalia spazio-temporaleNell’Oregon (USA), su una collina a sud ovest vicino a Gold Hill, c’è un’area circolare di circa 165 metri di diametro in cui si verificano strani fenomeni, diventata un’importante meta turistica sin da quando è stata aperta al pubblico nel 1930.

Per esempio, in certi luoghi all’interno di questo “vortice”, le bussole si comportano in modo irregolare e la gente, in piedi, in posizione rilassata, può oscillare avanti e indietro con un intervallo di 22 secondi.

L’effetto più evidente è quello dei cambiamenti apparenti nelle dimensioni degli oggetti e delle persone. Continua a leggere…

Sismologo: presto un terremoto distruttivo sull’Italia

Sismologo: presto un terremoto distruttivo sull'ItaliaL’Italia è sotto la minaccia di un terremoto che potrebbe essere distruttivo! È questo l’allarme lanciato da Marco Mucciarelli, laureato in Fisica e professore universitario di Sismologia Applicata presso la Scuola di Ingegneria dell’Università della Basilicata. Mucciarelli è anche il direttore del Centro Ricerche Sismologiche dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale.

Nel suo blog ha sottolineato la veridicità di quanto dichiarato dal Capo Dipartimento della Protezione Civile che ha riconosciuto di aspettare un imminente terremoto che interesserebbe lo stivale. L’analisi parte con una semplice conta delle scosse definite catastrofiche, cioè con una magnitudo superiore ai 6.3 gradi. Continua a leggere…

Vesuvio, una superbomba ad orologeria

Vesuvio, una superbomba ad orologeriaA rischio quasi due milioni di persone, perché lo Stato italiano non informa la popolazione? Sono stati registrati terremoti superficiali con ipocentro localizzato lungo il condotto, oltre che in emissioni fumaroliche lungo i fianchi del cono e del cratere. Stando a quanto dicono gli esperti, una più che probabile ripresa dell’attività eruttiva, implicherebbe quindi un rapido rilascio di tutta l’energia accumulata.

E’ considerato dagli esperti uno dei vulcani a maggior rischio del mondo e la sua storia ha insegnato che può produrre sia eruzioni effusive, sotto forma di effusione di colate laviche, nonché le ben più pericolose eruzioni esplosive. Nel frattempo, in attesa del peggio, la NATO ha evacuato alcuni suoi insediamenti nell’area. Continua a leggere…

L’esperimento che potrebbe distruggere il Mondo

L'esperimento che potrebbe distruggere il MondoDopo il Large Hadron Collider (LHC) del CERN di Ginevra, il Relativistic Heavy Ion Collider (RHIC) del Brookhaven National Laboratory è il secondo acceleratore di particelle più grande al mondo. E’ questo lo strumento dove presto verrà realizzato un esperimento ambizioso che preoccupa scienziati e giuristi degli Stati Uniti: il rischio, infatti, è la distruzione della Terra.

Sebbene somigli alla trama di un “disaster movie” la vicenda che vede coinvolto il Relativistic Heavy Ion Collider (RHIC) del Brookhaven National Laboratory supera ogni più fervida fantasia.

Scienziati ed esperti legali degli Stati Uniti hanno infatti sollevato preoccupazioni circa un ambizioso esperimento che prevede l’utilizzo del secondo più grande acceleratore di particelle mai creato dall’uomo. La posta in gioco è davvero alta, per non dire definitiva: la distruzione del pianeta Terra! Continua a leggere…

Lumache giganti invadono il sud Italia

Lumache giganti invadono il sud ItaliaVoracissime lumache giganti stanno conquistando il Sud della Penisola; portate dall’Africa Orientale da immigrati sbarcati clandestinamente sulle coste joniche calabresi, esse si stanno diffondendo a macchia d’olio.

L’Achatina fulica sinistrosa, questo il loro nome, è una specie originaria del Kenya che può raggiungere i 31 cm di lunghezza, praticamente le dimensioni di un gatto, in grado di mangiare qualunque cosa incontri lungo il cammino.

In particolare, questi molluschi sembrano gradire, lo stucco, il cui calcio viene utilizzato per fortificare il guscio, e l’immondizia che offre tutti i principi nutritivi per renderle praticamente invulnerabili ai più sofisticati pesticidi.
Ciascuna lumaca è in grado di produrre circa 1000 uova l’anno, ed essendo una specie ermafrodita, si accoppia in continuazione e la cosa peggiore è che possono vivere anche fino a 9 anni. Continua a leggere…

Passaggio ravvicinato di tre asteroidi vicino alla Terra

Passaggio ravvicinato di tre asteroidi vicino alla TerraTre asteroidi passeranno molto vicino alla Terra fra Oggi e Domani, si tratta rispettivamente di 2014 BR57 e di 1995 CR e 2014 CR.

Il primo ha una dimensione di 70 metri e passerà a 4.4 distanze lunari alle ore 17:58 Italiane di oggi 20 Febbraio 2014, mentre il secondo con una larghezza di 210 metri, passerà a 7.6 distanze lunari alle ore 12:08 Italiane del 21 Febbraio.

Infine ce ne sarà un ultimo che il 24 Febbraio alle 01:21 Italiane il quale arriverà ad 8.3 distanza lunari, ossia 2014 CR.

Nessun rischio di impatto, le formazioni rocciose sfileranno “vicino” al nostro pianeta ad almeno un milione e mezzo di chilometri di distanza, ma lo spettacolo per gli appassionati di astronomia sarà assicurato. Continua a leggere…

Il satellite Kosmos-1220 stà precipitando sulla Terra

Il satellite Kosmos-1220 stà precipitando sulla TerraUn satellite russo il cui peso si aggira intorno alle 3 tonnellate, rientrerà nell’atmosfera terrestre nella giornata di oggi, e gli esperti lo definiscono “un vero e proprio pericolo” per le aree densamente popolate.

Gli ultimi spostamenti del satellite militare sovietico in disuso Kosmos-1220, lanciato nel 1980 in piena guerra fredda, sono costantemente monitorati dalle autorità russe ed il Colonnello Alexei Zolotukhin ha confermato che la discesa avverrà oggi: la gran parte del dispositivo brucerà nell’atmosfera, ma è molto probabile che alcuni frammenti riescano a raggiungere la superficie della Terra. Continua a leggere…

Brasile: fotografato Ufo o solo una nube?

Brasile: fotografato Ufo o solo una nube?Le immagini che vi proponiamo sono state scattate nel cielo della città di Porto Alegre, in Brasile e il fatto risale al 27  gennaio 2014 intorno alle 19:00 ora locale.

Le foto mostrano qualcosa fuoriuscire dalle nubi e senza ombra di dubbio assomiglia ad una navicella o un velivolo non convenzionale insomma un’oggetto volante non identificato

Alcuni esperti chiamati in causa per esaminare le immagini a grande impatto mediatico hanno riconosciuto nella manifestazione una curiosa nube lenticolare.

Tuttavia i testimoni che hanno assistito di persona al fenomeno, durato un paio di minuti, sono convinti di aver visto qualcosa di solido fuoriuscire per alcuni istanti dal corpo nuvoloso situato sulla città. Continua a leggere…

Gigantesca medusa spiaggiata in Tasmania

Gigantesca medusa spiaggiata in TasmaniaHa un diametro di circa un metro e mezzo la medusa che si è spiaggiata nei giorni scorsi sull’isola australiana della Tasmania generando la curiosità degli abitanti è stata scoperta dal dodicenne Xavier Lim e dalla sua famiglia su una spiaggia della Tasmania, a sud di Hobart.

Secondo la biologa Lisa-ann Gershwin, dell’ente nazionale di ricerca Csiro, si tratta di un parente della medusa criniera di leone, una specie che può raggiungere anche i due metri.

“Non è una nuova specie perché è grande, è nuova perché le sue caratteristiche strutturali sono diverse da quelle di altre specie, si da il caso che questa sia enorme… della dimensione di una Smart”, spiega l’esperta di meduse al Guardian Australia. Continua a leggere…