Category: Pianeta Terra

Dopo l’eruzione di un vulcano sottomarino in Giappone nasce una nuova isola [Video]

Dopo l’eruzione di un vulcano sottomarino in Giappone nasce una nuova isolaMercoledì 20 novembre l’Agenzia meteorologica giapponese ha fatto sapere che un’eruzione vulcanica ha creato una nuova isola al largo della costa di Nishinoshima, una piccola isola deserta nell’arcipelago delle isole Ogasawara, a mille chilometri a sud di Tokyo.

Il Giappone ha quindi una nuova isola che si aggiunge alle circa seimila già esistenti, la nuova isola ha un diametro di 200 metri ed è alta 20 metri, durante tutta la giornata di giovedì, dal suo cratere sono fuoriusciti lapilli, lava e una colonna di fumo e vapore alta fino a 660 metri.

Un vulcanologo della guardia costiera, Hiroshi Ito, ha spiegato che se l’attività del vulcano cessasse l’isola sarebbe sommersa dal mare ed erosa nel tempo, ma altrimenti potrebbe “anche restare in modo permanente”. Continua a leggere…

La Magnapinna uno dei cefalopodi “alieni” che vivono negli Oceani [Video]

La Magnapinna uno dei cefalopodi "alieni" che vivono negli OceaniA prima vista fa davvero impressione e può sembrare irreale ma in realtà quella che vediamo è una specie realmente esistente nei nostri Oceani e si chiama Magnapinna o Bigfin Squid appartenenti alla categoria dei cefalopodi, ed è una varietà molto rara che è stata avvistata pochissime volte, vive soprattutto nell’Oceano Atlantico e quello che la contraddistingue è il suo particolare corpo.

Ha dei filamenti chiamati anche tentacoli o pinne che raggiungono i sette metri di lunghezza e si allungano perpendicolarmente ad una cartilagine che comincia dalla parte bassa della sua testa, che a confronto con i filamenti è veramente minuscola.

Il primo avvistamento è stato nel 1988, poi nel 1992, nel 98, nel 2001 ed infine nel 2007 come possiamo vedere in questo suggestivo video fatto da una spedizione nel golfo del Messico! Continua a leggere…

Oltre 80 tornado si abbattono sugli Usa

Oltre 80 tornado si abbattono sugli UsaMorte e distruzione nel Midwest degli Stati Uniti, su cui si è abbattuta la furia di almeno 80 diversi tornado: al momento si contano almeno 7 vittime e decine di feriti, concentrati nella Contea di Washington, in Illinois, la zona più colpita. Ma si tratta di un bilancio ancora parziale, vista l’enorme vastità dell’area messa in ginocchio da questa incredibile ondata di maltempo, inusuale in questo periodo dell’anno.

La perturbazione, decisamente indebolita, si sta spostando verso est, lambendo le coste atlantiche di Boston e del Canada, mentre è scattata la macchina dei soccorsi lungo i 12 Stati toccati dal disastro. L’epicentro dei tornado è stato appunto l’Illinois meridionale, dove intere cittadine sono state praticamente rase al suolo, cancellate dalla cartina geografica. Ma si scava tra i detriti anche in Michigan (dove sono state accertate le ultime due vittime, folgorate dai cavi dell’ alta tensione caduti a terra), Wisconsin, Missouri, Ohio, Kentucky, Tenessee, West Virginia, Pennsylvania e nella parte occidentale dello Stato di New York. Continua a leggere…

Lotta alla sopravvivenza per la cometa Ison

Lotta alla sopravvivenza per la cometa IsonLa cometa C/2012 S1 ISON, prossima al perielio del 28 Novembre, è ormai dentro l’orbita della Terra e nonostante le previsioni di qualche mese fa la incorniciassero come la potenziale cometa del secolo, l’astro chiomato brilla meno intensamente del previsto.

Negli ultimi giorni, tuttavia, probabilmente illuminata anche nel suo lato oscuro, ha sperimentato una vera e propria esplosione di luminosità, recuperando parte della curva di luce prevista per il termine del mese.

Poiché, come già ribadito più volte, la cometa è al suo primo viaggio nel sistema solare interno, gli astronomi non possono sapere quale sarà l’evoluzione dei prossimi giorni e il destino finale dell’astro. Continua a leggere…

Risolto il mistero dei strani “filamenti bianchi” provenienti dal cielo

Risolto il mistero dei strani "filamenti bianchi" provenienti dal cieloNegli ultimi tempi sono giunte diverse segnalazioni in merito a “misteriosi” filamenti bianchi provenienti dal cielo. Queste sostanze appiccicose, presenti un po ovunque sul nostro territorio, tra campi e città, hanno da subito “svegliato” i sostenitori delle scie chimiche, ansiosi di poter confermare le proprie teorie.

Spacciate per particolari sostanze capaci di modificare il DNA di piante e animali sulla scia di un complotto mondiale che cerca di manipolare le nostre menti, in realtà questi filamenti non sono altro che fili di seta prodotti dalla migrazione dei ragni.

Un evento che avviene annualmente tra metà Ottobre e Novembre, portati in quota dal vento e dalle correnti ascensionali. “Dopo la nascita, un certo tipo di giovani ragni migratori secerne lunghi fili di seta che, sollevati dal vento, trasportano l’animale lontano, anche per molti chilometri”, sostiene John Jackman, entomologo della Texas A&M University. “E’ più facile vedere i filamenti in un giorno di sole che fa seguito a un temporale, ma è un fenomeno molto comune”, continua lo scienziato. “Quando la luce è giusta se ne possono vedere centinaia di migliaia volare in cielo“, conclude. Continua a leggere…

Un altro detrito spaziale in picchiata verso la Terra

Un altro detrito spaziale in picchiata verso la TerraDopo l’allarme rientrato per il satellite europeo GOCE, i cui frammenti sarebbero caduti nell’Atlantico meridionale a 410 chilometri a sud delle isole Falkland, un altro satellite è in rientro incontrollato verso il nostro pianeta.

Dovrebbe impattare sulla superficie terrestre nella giornata di oggi e come per il suo predecessore, non si sa dove, il satellite spia giapponese Igs 4b, acronimo di Information Gathering Satellite, lanciato nel 2007, vanta un peso complessivo di circa una tonnellata, ed ha smesso di funzionare nel corso dell’estate 2010.

Da quel momento il detrito spaziale ha cominciato a perdere progressivamente quota, fino all’entrata nella nostra atmosfera previsto nelle prossime ore. Continua a leggere…

Il rientro di Luca Parmitano sulla Terra [Video]

Il rientro di Luca Parmitano sulla TerraIeri 11 novembre si è conclusa l’avventura nello spazio dell’astronauta italiano Luca Parmitano, dopo aver passato 166 giorni nella Stazione Spaziale Internazionale.

La navetta russa Soyuz è atterrata in Kazakistan verso le 3:00 di notte, riportando a terra, oltre all’italiano, anche il comandante russo Fyodor Yurchikhin, l’americana Karen Nyberg e la famosa torcia olimpica dei giochi invernali di Sochi 2014.

Parmitano è apparso sorridente e felice, durante l’uscita dalla navicella, ed entrerà nella storia per esser stato il primo italiano ad effettuare ben due passeggiate spaziali. Continua a leggere…

Canneto di Caronia: ricomparsi i misteriosi incendi [Video]

Canneto di Caronia: ricomparsi i misteriosi incendiEra il 2004 quando a Canneto di Caronia, località marittima a metà strada tra Palermo e Messina si verificarono misteriosi incendi all’interno delle abitazioni. Ora siamo di nuovo alle prese con questi stranissimi eventi di autocombustione spontanea che creano danni ai circuiti elettrici e alle abitazioni.

Nel mese di ottobre 2013 sono state segnalate la ricomparsa di questi fenomeni che molti attribuiscono al fenomeno UFO.

Al professor Francesco Venerando che aveva seguito quelle vicende capeggiando un gruppo interdisciplinare nominato dal Governo, al quale inspiegabilmente vennero sospesi e mai ripresi quei monitoraggi. Queste anomalie vennero archiviate con eccessiva fretta dai magistrati, anche perché il gruppo di Venerando riteneva che il fenomeno fosse di origine artificiali e non naturale.
Continua a leggere…

Il cielo ci regala tre spettacoli in contemporanea

Il cielo ci regala tre spettacoli in contemporaneaGrande spettacolo nei cieli di Novembre, se le condizioni atmosferiche lo permetteranno, potremmo assistere ad un evento probabilmente unico.

Nella notte tra il 16 e il 17 Novembre un’insolita concatenazione garantirà tre fenomeni celesti in contemporanea che sono la Cometa ISON, che potrebbe diventare visibile ai nostri occhi proprio in quei giorni ma che dovrà passare indenne all’incontro ravvicinato col Sole.

Lo sciame delle Leonidi, che puntualmente si presenta ogni anno nella seconda metà di Novembre e la Luna del Castoro, ovvero la luna piena di Novembre. Continua a leggere…

Il tifone dell’apocalisse [Video]

Il tifone dell'apocalisseSecondo una prima stima potrebbero essere oltre 10mila i morti nelle Filippine per il passaggio del tifone Haiyan, difficile la conta dei danni, mentre molte zone sono isolate e le comunicazioni telefoniche interrotte.

In rete rimbalzano le immagini della potenza distruttiva della tempesta che dopo aver toccato le coste della Cina, è atteso in Vietnam dove sono già state evacuate oltre 600 mila persone.

Con venti a più di 270 km orari secondo i parametri filippini, ma addirittura 380 all’ora secondo gli istituti americani, Haiyan è il tifone più potente mai registrato sulla terraferma. Continua a leggere…