Category: Pianeta Terra

Catturato calamaro gigante al largo del Giappone [Video]

Catturato calamaro gigante al largo del GiapponeUn peschereccio giapponese ha catturato e filmato un calamaro gigante pesante ben 163 kg, il gigantesco cefalopode è stato catturato accidentalmente in una rete dai pescatori al largo di Sadogashima, nella prefettura di Niigata, nel nord del Giappone.

Il calamaro era rimasto impigliato nelle reti del peschereccio di Shigenori Goto, un pescatore che aveva calato reti fisse per pescare ricciole a circa 70 metri di profondità e a poco più di un Km dalla costa e che descrive così l’eccezionale pesca: “Erano 30 minuti che stavamo pescando al largo, una cosa rosso-bruna è venuta nuotando dalle profondità, sono rimasto sorpreso, non c’è altra parola per spiegarlo, abbiamo iniziato a gridare tutti insieme: calamaro gigante, calamaro gigante”. Continua a leggere…

Fukushima il disastro del mare tre anni dopo

Fukushima il disastro del mare tre anni dopoPrima del devastante disastro di Fukushima dell’11 Marzo del 2011, il Giappone aveva quasi il 15% del mercato globale ittico, dopo quella data purtroppo molte cose sono cambiate.

I livelli di radiazioni sono terribilmente elevati nell’acqua ed ovviamente anche negli esseri viventi che vivono in quel mare ormai contaminato.

A prova di questo, il 10 Gennaio scorso il Governo Giapponese ha fatto trapelare dati veramente drammatici sulle condizioni dell’habitat in cui vivono i pesci, pensate che in un’orata hanno trovato livello di radioattività superiori 124 volte alla media consentita. Continua a leggere…

Indonesia, il vulcano Kawah Ijen erutta lava blu [Video]

Indonesia, il vulcano Kawah Ijen erutta lava bluLo spettacolare ed insolito fenomeno si può osservare in Indonesia, ad est di Java, dove il vulcano Kawah Ijen erutta lava blu.

Ciò che rende unico questo vulcano è la presenza di zolfo, che si trova sia nella composizione della lava stessa che all’esterno, trovandosi sul fondo del cratere di un lago le cui acque contengono alti livelli di acido solforico.

Olivier Grunewald e Regis Etienne, due appassionati di vulcani, hanno voluto assistere di persona al fenomeno e documentarlo: il vulcano indonesiano infatti, erutta lava rosso intenso di giorno, mentre di notte cambia colore e diventa blu fosforescente, con tanto di fiamme altissime. Continua a leggere…

Scoperte sulle spiagge della Svezia carcasse di mucche mutilate

Scoperte sulle spiagge della Svezia carcasse di mucche mutilateLe carcasse di otto mucche sono state scoperte sulla sponda svedese la scorsa settimana, molte di loro avevano le zampe legate e le orecchie tagliate, lasciando alla polizia nel sud della Svezia il compito di risolvere un vero e proprio rompicapo attraverso un’inchiesta finalizzata a scoprire la provenienza e le cause della morte degli animali.

Lo strano fenomeno sta accadendo dallo scorso 29 dicembre 2013 in Danimarca e Svezia, dove sono state ritrovate undici carcasse di mucche spiaggiate sulle coste (per la precisione si tratta di otto animali che sono stati rinvenuti dai turisti sulle spiagge del sud della Svezia, mentre gli altri tre sono stati recuperati in Danimarca).  Continua a leggere…

Asteroide 2002 NT7 in rotta verso la Terra

Asteroide 2002 NT7 in rotta verso la TerraL’asteroide di due chilometri di diametro è stato scoperto la notte del 9 luglio scorso dall’osservatorio automatico LINEAR (Lincoln Near Earth Asteroid Research Project) nel deserto del New Mexico mentre si trovava alla distanza di 0.044 Unità Astronomiche (quindi a circa 6,5 milioni di Km di distanza, niente di straordinario) ed è stato denominato 2002 NT7, esso è di tipo roccioso e orbita attorno al Sole in 837 giorni.

Il LINEAR è nato proprio per scoprire asteroidi potenzialmente pericolosi, o che comunque hanno un’orbita che li porta vicini alla Terra ed è famoso per aver scoperto una gran quantità di comete, come la famosa cometa LINEAR C/1999 S4, visibile ad occhio nudo finché il nucleo non si disintegrò. Continua a leggere…

L’uomo che non dorme da 40 anni

L'uomo che non dorme da 40 anniThai Ngoc ha 71 anni, è un contadino vietnamita e non dorme dal 1973. Quando aveva 31 anni si è ammalato e ha contratto una strana febbre, dopo essersi ripreso, non ha più avvertito il bisogno di dormire o, almeno, non come dormono tutte le persone.

Secondo i medici che l’hanno visitato, l’ultima volta nel 2006, Thai Ngoc dormirebbe senza accorgersene, con brevi riposi che durano solo qualche minuto, ma che sono sufficienti alle sue necessità fisiologiche.

Secondo la moglie, le hanno provate tutte per riuscire a farlo dormire, persino a farlo pesantemente ubriacare ma non c’è stato nulla da fare, l’unico dato anomalo che la medicina ha rilevato è un maggior volume dell’emisfero destro del cervello rispetto al sinistro. Continua a leggere…

Tempesta magnetica sul Sole, linee elettriche a rischio blackout

Tempesta magnetica sul Sole, linee elettriche a rischio blackoutIl 7 gennaio sul Sole è avvenuta una forte esplosione di raggi Röntgen, durata 30 minuti, è la più potente di tutte le cinque classi esistenti.

L’origine dell’esplosione è stato uno dei più grandi gruppi di macchie solari, che sono stati rilevati nel 1944 e la dimensione del punto principale del gruppo è due volte più grande della Terra.

Secondo uno dei ricercatori dell’Istituto di Geofisica Applicata Idrometeorologico della Russia, questo gruppo di macchie solari, poche ore prima dell’esplosione, ha causato una meno potente eruzione di classe M5, attualmente al meridiano centrale del Sole, questi focolai possono provocare tempeste magnetiche molto potenti. Continua a leggere…

Ecco come sarà il futuro dell’Umanità secondo Nick Bostrom

Ecco come sarà il futuro dell'Umanità secondo Nick BostromNick Bostrom è  il direttore dell’Istituto che si occupa del futuro dell’Umanità presso l’Università di Oxford, che riunisce oltre 300 specialisti provenienti da diverse branche della scienza e della conoscenza con lo scopo di fornire una risposta ai grandi problemi che affliggono il genere Umano .

A soli 40 anni, il filosofo e matematico svedese, è stata menzionato come una delle cento menti più influenti di oggi. In seguito è diventato una delle voci più autorevoli quando si trattava di parlare del futuro del mondo, perdendo così l’opportunità di esprimere il suo punto di vista sul “post-umanesimo”.

Nel complesso, Nick Bostrom spiega come l’umanità è arrivata al massimo del processo di trasformazione, che probabilmente potrebbe aprire le porte al post-umanesimo. Le stesse tecnologie che ci consentiranno di ottenere grandi risultati potrebbero comportare anche dei grandi rischi. Continua a leggere…

Il supervulcano di Yellowstone fa paura!

Il supervulcano di Yellowstone fa paura!Il vulcano presente sotto il parco nazionale dello Yellowstone è molto più grande di quanto finora si pensasse e una sua eruzione avrebbe un impatto devastante sul clima mondiale. Ad affermarlo sono gli scienziati dell’Università dello Utah (Usa).

Attraverso l’analisi dell’attività sismica, gli scienziati hanno determinato che il vulcano sotterraneo si estende per oltre 90 chilometri e raggiunge una profondità di circa 14 chilometri. Risultati che secondo i ricercatori portano ad affermare come la camera magmatica sia di 2,5 volte più grande rispetto alle stime precedenti. “Abbiamo lavorato sul luogo per un lungo periodo di tempo e fin da subito pensavamo che il vulcano fosse più grande di quanto stimato, ma questo risultato è stupefacente”, ha spiegato Bob Smith dell’università dello Utah. Continua a leggere…

Egitto sotto la neve, non succedeva dal 1639

Egitto sotto la neve, non succedeva dal 1639Una nevicata record ha messo in ginocchio il Medio Oriente. Giovedì 12 dicembre un’ondata di gelo ha colpito paesi come la Siria, la Giordania, il Libano, la Turchia, Israele e i territori palestinesiNeve anche in Egitto e sulla sua capitale Il Cairo, dove non ne cadeva così tanta da 374 anni. L’ultima nevicata risale infatti al 1639, durante la ‘piccola era glaciale‘.

Una condizione climatica straordinaria che ha regalato immagini suggestive di località dove il fenomeno è più unico che raro, ma che ha aggravato la condizioni di molte popolazioni, in particolare dei profughi siriani (sono già due i bambini siriani che hanno perso la vita) e di tanti palestinesi.

Il maltempo rende difficile l’arrivo di aiuti umanitari e ogni tipo di soccorso, sia interno che della comunità internazionale, e molti siriani dell’opposizione rischiano di morire di fame. Oltre al cibo, mancano rifornimenti e tante abitazioni sono inagibili, ragione per cui molti sono stati costretti ad abbandonarle. Continua a leggere…