Home » Astronomia e Spazio » Trovata l’astronave aliena nel Delporte Crater grazie a Google Moon Map

Trovata l’astronave aliena nel Delporte Crater grazie a Google Moon Map

Senza dubbio tutti gli appassionati di UFO ricorderanno la misteriosa astronave aliena fotografata durante la missione Apollo 20.

Si proprio durante la missione Apollo 20, la missione che non c’è mai stata, infatti ufficialmente le missioni Apollo che hanno portato l’uomo sulla Luna si sono concluse con Apollo 17.

Infatti le missioni Apollo sembrerebbero essere proseguite segretamente dopo l’addio ufficiale al progetto fino alla missione numero 20 appunto, quella di cui parleremo in questo articolo. Le missioni Apollo sono proseguite segretamente proprio con lo scopo di raggiungere il cratere dove in una delle missioni ufficiali sarebbe stata avvistata una nave aliena abbandonata.

L’oggetto di circa 3km di lunghezza era adagiato sul suolo della Luna probabilmente da molte migliaia di anni, dato che a prima vista presentava fori riconducibili a bombardamenti i asteroidi e strati di polvere lunare accumulata nel corso degli anni.

In realtà sul nostro satellite non sarebbe stata rinvenuta solo una nave alinea, ma anche una vera e propria stazione spaziale dalle dimensioni di una città e probabilmente li da milioni di anni.

Apollo 20 venne lanciato nella Agosto del 1976, a bordo del modulo lunare vi erano gli astronauti: William Rutledge, Leona Snyder ed il russo Alexi Leonov.
Destinazione della missione: lato oscuro della Luna, per la precisione il cratere “Iszak D” dove si trova adagiata la nave aliena e poco più distante la misteriosa stazione spaziale.

La missione durò circa 7 giorni, durante i quali gli astronauti esaminarono le rovine e la nave scattando centinaia di immagini e registrando alcuni video.
All’interno della navicella li attese una sorpresa, infatti rinvennero il cadavere di un extraterrestre, presumibilmente di sesso femminile, perfettamente conservato e che soprannominarono “monnalisa“.
Sicuramente conoscete il video che mostra “monnalisa” a bordo del LEM insieme agli astronauti della missione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’esistenza di questa astronave è rimasta sempre avvolta nel mistero, è così oltre l’immaginazione e così oltre a tutto quello visto fino ad oggi che il dubbio che sia reale o sia tutto falso è più che legittimo. Non vi è dubbio però che analizzando la foto AS15-P-9625 presente anche sul sito del Lunar and Planetary Institute un oggetto della stessa forma della nave, è li, ben visibile, senza ombra di dubbio un anomalia. Chissà ancora per quanto resterà online questa foto, per sicurezza la riportiamo anche di seguito.

AS15-P-9625

Non solo, con gli ultimi aggiornamenti su Google Earth-Moon Map era possibile osservare l’enorme oggetto spaziale alle seguenti coordinate:

18°39’5.09″S 117°36’19.46″E

successivamente Google ha rimosso le foto in HD di quell’area dalle sue mappe. La rapidità con cui il governo e Google hanno agito per rimuovere queste foto non hanno fatto altro che rafforzare l’integrità della storia originale di Rutledge.

Fonte