giovedì , 13 Dic 2018
Home » Astronomia e Spazio » Kepler 10c, la prima “mega Terra”

Kepler 10c, la prima “mega Terra”

Kepler 10c, la prima "mega Terra"E’ una “mega Terra”, gli astronomi dell’Harvard-Smithsonian Center of Astrophysics di Cambridge, nel Massachusetts non potevano credere a quello a cui si erano trovati di fronte: un pianeta con una massa 17 volte quella della Terra, eppure non gassoso.

Non può certo dirsi un posto ospitale e gli esperti non vi hanno trovato alcuna traccia di vita, ma, nonostante questo, rappresenta un’incredibile scoperta: fino ad oggi, gli astronomi, ipotizzavano infatti che corpi celesti di dimensioni simili fossero avvolti da una spessa atmosfera di idrogeno ed elio.

La “mega Terra”, così chiamata per differenziarla dalla “super Terra” (con una massa 14 volte quella del nostro pianeta), orbita, assieme ad un piccolo pianeta di lava, intorno ad una stella a 560 anni luce da noi, nella costellazione del Drago.

Il suo “accompagnatore” era stato osservato per la prima volta nel 2011 dal telescopio spaziale Kepler e secondo gli esperti, il sistema solare dei due si sarebbe formato circa 11 miliardi di anni fa.

Kepler 10c, la prima "mega Terra"

“Siamo rimasti molto sorpresi quando abbiamo capito cosa avevamo trovato”, ha spiegato il gruppo che ha compiuto la scoperta, un team guidato dal ricercatore Xavier Dumusque. Per calcolare le dimensioni del pianeta, gli scienziati si sono affidati agli strumenti di osservazione del Telescopio nazionale Galileo, dell’Istituto di astrofisica italiano collocato sull’isola di San Miguel de La Palma nelle Canarie, ora, i ricercatori sono alla ricerca di nuovi corpi celesti con simili dimensioni.