sabato , 19 Gen 2019
Home » Astronomia e Spazio » Un Triangolo delle Bermuda nello spazio?

Un Triangolo delle Bermuda nello spazio?

Un Triangolo delle Bermuda nello spazio?C’è una regione nello spazio aereo sopra il Brasile in cui i computer vanno regolarmente in crash, con anomalie registrate anche da telescopi e satelliti. Una sorta di Triangolo delle Bermuda spaziale. Qual è la causa?

Anche se la regione si chiama “Anomalia del Sud Atlantico“, il soprannome di Triangolo delle Bermuda spaziale calza a pennello. Ma secondo il NOAA, non c’è nulla di misterioso o irreale da queste parti, ma ciò non significa che gli scienziati ne hanno negato l’esistenza anzi hanno cercato di dare una spiegazione scientifica, cominciando a tracciarne i confini.

L’anomalia infatti potrebbe essere generata dalle fasce di Van Allen, queste ultime sono degli anelli di radiazione solare intrappolata tra circa 1.000 e 6.000 km dalla superficie della Terra.

A causa della mancanza di uniformità del campo magnetico terrestre, ci sono dei punti in cui essi sono più deboli, uno di questi è il Triangolo delle Bermuda dello spazio e qui le radiazioni provenienti dallo spazio sono in grado di penetrare relativamente vicino alla superficie terrestre, provocando le anomalie.

Recentemente un team di scienziati italiani è stato in grado di calcolare meglio i confini del Triangolo, rianalizzando iUn Triangolo delle Bermuda nello spazio? dati registrati da un vecchio satellite, chiamato BeppoSAX, che abitualmente passa attraverso la regione, essi hanno così scoperto che i livelli di radiazione nello strato inferiore dell’area erano molto più bassi rispetto agli strati superiori e che l’ anomalia si è lentamente spostata verso est.

Ogni anno i confini si spostano di circa 34 chilometri in direzione dell’Africa, ciò significa che tra 100 anni, dal 2114, il Triangolo dovrebbe trovarsi più vicino alla costa della Namibia.

Anche se i nuovi risultati sono stati in gran parte simili alle ricerche effettuate in passato, essi hanno offerto un quadro più dettagliato di quello che sta accadendo nella magnetosfera della Terra, un vantaggio per le agenzie spaziali che potranno gestire più efficacemente le apparecchiature sensibili a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e i satelliti che passano spesso attraverso la regione.