lunedì , 25 Mar 2019
Home » Astronomia e Spazio » La sonda Cassini documenta la probabile formazione di una nuova luna intorno a Saturno

La sonda Cassini documenta la probabile formazione di una nuova luna intorno a Saturno

La sonda Cassini documenta la probabile formazione di una nuova luna intorno a SaturnoLa sonda Cassini della NASA ha documentato la formazione di un piccolo oggetto ghiacciato dentro il sistema di anelli di Saturno. Informalmente chiamato “Peggy“, l’oggetto potrebbe rappresentare un nuovo satellite naturale del pianeta.

“Non abbiamo mai visto nulla di simile prima”, ha dichiarato Carl Murray della Queen Mary University di Londra e autore principale del rapporto. Le immagini scattate con la fotocamera della sonda il 15 Aprile 2013, mostrano dei disturbi al limite superiore dell’anello più esterno, si tratta, in realtà, di un oggetto di 1200 Km di lunghezza e 10 chilometri di larghezza e potrebbe fornire un’idea sulla formazione della Terra e degli altri pianeti del sistema solare.

“Testimoniare la possibile nascita di una nuova luna è eccitante, ma soprattutto un evento inatteso”, ha dichiarato Linda Spilker del progetto Cassini al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California. Secondo Spilker, l’orbitaLa sonda Cassini documenta la probabile formazione di una nuova luna intorno a Saturno di Cassini si sposterà più vicina al bordo esterno dell’anello a fine 2016, fornendo l’opportunità di studiare Peggy in modo più dettagliato e magari scattare anche un’immagine di esso. Per il momento l’oggetto è troppo piccolo per poter essere osservato in chiaro.

Le lune ghiacciate di Saturno variano le loro dimensioni a seconda della loro vicinanza al pianeta, più sono lontane, più sono grandi, molte di esse sono composte principalmente di ghiaccio, come lo sono le particelle che formano gli anelli di Saturno.

Sulla base di tali indizi, i ricercatori hanno recentemente proposto una teoria secondo la quale le lune ghiacciate nel virare verso l’esterno del complesso sistema di anelli, si fondano con le altre lune che incontrano sulla loro strada. Una teoria che sostiene che Saturno, tempo fa, avesse un sistema di anelli molto più massiccio rispetto ad ora, in grado di dar vita a lune ben più grandi.