sabato , 19 Ottobre 2019
Home » Ignoto e Paranormale » La casa infestata dai demoni

La casa infestata dai demoni

La casa infestata dai demoniQuanto accaduto in questa casa dell’Indiana (USA) è degno di una sceneggiatura di un film horror. Dalla polizia, agli assistenti sociali, passando per i medici, hanno raccontato di aver assistito personalmente ad eventi inspiegabili.

Una bambina che cammina all’indietro su una parete e sul soffitto, è una delle scene più note ed inquietanti de L’Esorcista, uno dei più film più spaventosi del secolo scorso, eppure, secondo il racconto contenuto in un rapporto ufficiale fatto da ben quattro persone, due operatori dei servizi sociali, un infermiere e un medico, un avvenimento analogo sarebbe realmente accaduto a Gary, nello stato americano dell’Indiana.

Il personale medico era intervenuto nella casa a seguito delle ripetute segnalazioni della signora Latoya Ammons, la donna sosteneva che tutti e tre i suoi figli erano posseduti dai demoni. La madre avrebbe affermato che sua figlia di 12 anni sarebbe “levitata” e tutti e tre i suoi bambini avevano mostrato veri e propri segni di possessione, tra cui sorrisi “cattivi” e voci innaturalmente profonde.

La casa infestata dai demoni

La polizia avrebbe affermato che succedono “fatti strani” in quella casa e alcuni agenti, tra cui il comandante locale, hanno ammesso di essere troppo spaventati per rimanere lì dopo il tramonto. Allo stesso tempo numerosi funzionari di Gary si sono rifiutati di recarsi nella proprietà. Il capitano della polizia di Gary, Charles Austin, ha raccontato al quotidiano locale di essere scettico su ciò che si raccontava in città della casa degli Ammons, eppure, dopo averli interrogati personalmente ed essersi recato nella edificio, ha ammesso: “Io ci credo!”.

I misteriosi avvenimenti in casa Ammons sarebbero cominciati poco dopo che la signora si è trasferita lì coi suoi tre La casa infestata dai demonibambini, nel novembre 2011: mosche che ronzavano in casa a tutte le ore del giorno, passi nel seminterrato e impronte di scarpe bagnate su tutto il pavimento del salotto. Poi il 10 marzo del 2012, l’episodio più scioccante, durante una serata con amici, la mamma va a controllare la figlia di 12 anni e scopre che la bambina “galleggia” letteralmente sopra il suo letto. Gli amici non hanno mai più messo piede in quella casa.

Latoya ha ammesso di non aver la disponibilità economica per trovare un’altra sistemazione, così tutta la famiglia è stata costretta a convivere con la paura. Il più piccolo dei suoi figli era solito sedersi in un armadio e parlare con un suo amico immaginario, un giorno la donna ha sentito un grido, era il bambino che tremava ed aveva la febbre alta. Latoya ha così chiamato il medico di famiglia per visitarlo e durante la visita, il dottore ha affermato che il bambino sarebbe stato “sollevato e gettato contro il muro mentre nessuno lo toccava”.

Ma gli eventi inspiegabili di Casa Ammons non finiscono qua, almeno stando a quanto scrive il giornale locale, dopo che i bambini sono stati portati in ospedale, Valerie Washington, dei servizi sociali, ha interrogato la famiglia e ha affermato che il bambino più piccolo avrebbe cominciato a ringhiare e che girava gli occhi all’indietro. Quello di nove anni, invece, ad un certo punto, ha fatto un “sorriso strano e poi ha camminato all’indietro su un muro fino al soffitto in modo non naturale“. La donna ha redatto un rapporto ufficiale nel quale afferma che una “influenza maligna” potrebbe voler far del male alla famiglia.

I tre bambini sono stati presi in custodia dai servizi per l’infanzia dopo che gli operatori hanno accusato Latoya di trascurarli, la donna si è però difesa affermando che quanto avveniva in quella casa costringeva i suoi figli a stare svegli tutta la notte. La stessa Washington, accompagnata da tre agenti di polizia, si è recata in casa per appurare in che condizioni vivessero i bimbi, sono state fatte delle foto che, una volta esaminate, apparivano come se i volti fossero appannati.

Il capo della polizia ha poi affermato che, dopo aver lasciato l’abitazione, l’autoradio emetteva strani suoni e che il suo garage si rifiutato di aprirsi. Ancora più spaventoso, dice sempre il capo della polizia, è che il sedile del conducente ha cominciato a muoversi avanti e indietro.

La casa infestata dai demoniSuccessivamente il reverendo Michael Maginot si è recato in casa Ammons per eseguire un esorcismo sul più piccolo dei bambini, ma dopo l’ok della Diocesi di Gary, ha deciso di effettuare tre ulteriori esorcismi, ancora più potenti, sugli Ammons nella sua chiesa di Merrillville. “Mi faceva male tutto da dentro a fuori”, ha detto il reverendo, “Stavo cercando di fare del mio meglio e di essere forte”.

Successivamente Latoya si è trasferita a Indianapolis e ha detto che gli strani eventi si sono placati, dopo sei mesi, ha riacquistato la custodia dei suoi figli; la casa di Gary ha ora nuovi inquilini, ma il proprietario ha affermato che non ci sono stati ulteriori problemi.