domenica , 22 Settembre 2019
Home » Astronomia e Spazio » Un altro detrito spaziale in picchiata verso la Terra

Un altro detrito spaziale in picchiata verso la Terra

Un altro detrito spaziale in picchiata verso la TerraDopo l’allarme rientrato per il satellite europeo GOCE, i cui frammenti sarebbero caduti nell’Atlantico meridionale a 410 chilometri a sud delle isole Falkland, un altro satellite è in rientro incontrollato verso il nostro pianeta.

Dovrebbe impattare sulla superficie terrestre nella giornata di oggi e come per il suo predecessore, non si sa dove, il satellite spia giapponese Igs 4b, acronimo di Information Gathering Satellite, lanciato nel 2007, vanta un peso complessivo di circa una tonnellata, ed ha smesso di funzionare nel corso dell’estate 2010.

Da quel momento il detrito spaziale ha cominciato a perdere progressivamente quota, fino all’entrata nella nostra atmosfera previsto nelle prossime ore.

L’impatto avverrà ad una quota compresa tra 100 e 120 chilometri, con eventuali frammenti, pari al 20-40% della massa complessiva, in picchiata verso il suolo.

Un altro detrito spaziale in picchiata verso la Terra

L’influenza del vento solare e l’azione della gravità terrestre non permetteranno agli enti preposti di poter valutare le coordinate precise di impatto, anche se procedendo a ridosso dell’evento, la maggior attendibilità previsionale permetterà di escludere ampie aree del mondo.