mercoledì , 18 Settembre 2019
Home » Astronomia e Spazio » L’ultima eclissi solare del 2013 sarà ibrida

L’ultima eclissi solare del 2013 sarà ibrida

L'ultima eclissi solare del 2013 sarà ibridaDomani 3 Novembre 2013 spettacolo nel cielo, in arrivo c’è un fenomeno considerato tra gli eventi astronomici più spettaccolari dell’anno: una rara eclissi di sole ibrida.

Si tratta infatti di una rara eclissi di sole ibrida, ossia sia totale che anulare, a seconda delle zone da cui si osserverà, uno spettacolo che però non si “concederà” agli occhi dell’Italia, fatta eccezione per il sud, coinvolto molto marginalmente intorno alle ore 14.00: si potrà assistere infatti alla copertura di una porzione molto piccola del Sole.

A beneficiare pienamente di questa meraviglia astronomica saranno il nord America e l’Africa centrale, l’eclissi inizierà come anulare nell’oceano Atlantico occidentale, e diventerà totale nell’Atlantico centrale.

La fascia da cui sarà possibile osservarla nella sua totalità sarà un “corridoio” largo pochi chilometri, che attraverserà diversiL'ultima eclissi solare del 2013 sarà ibrida stati dell’Africa centrale, il fenomeno sarà invisibile invece da buona parte dell’Europa.

L’eclissi ibrida  si verifica quando la risultante tra l’orbita lunare e la rotazione terrestre fa sì che il diametro angolare apparente della Luna sia appena sufficiente a coprire totalmente il disco del Sole al culmine dell’eclissi.

Le zone della Terra poste lungo la congiungente Sole-Luna vedono l’eclissi come totale, prima e dopo la fase massima (detta anche di massimo oscuramento), se la Luna si allontana dalla Terra, apparirà  più piccola e quindi incapace di coprire l’intero disco solare.

Il caso in questione è quello  dell’eclissi anulare, a regalarci questo spettacolo imperdibile sarà una stella che tutti conosciamo perchè la vediamo tutti i giorni, ovviamente stiamo parliamo del Sole.

L'ultima eclissi solare del 2013 sarà ibrida

A seconda della posizione dell’osservatore, il nostro satellite oscurerà totalmente la stella oppure la sua sagoma sarà circondata da un anello di fuoco, poiché la Luna non si trova alla medesima distanza da tutti i punti della Terra, in Italia potremo quindi osservare un’eclissi parziale mentre totale a largo della Liberia, in Africa.