giovedì , 5 Dicembre 2019
Home » Astronomia e Spazio » La nuova coda di Ison

La nuova coda di Ison

La nuova coda di IsonNuove immagini in arrivo per la cometa ISON che il prossimo 28 novembre passerà vicino al Sole attirando l’attenzione di milioni di persone.

Analizzando le ultime immagini sembra che la cometa stia producendo una nuova coda ionica, ovvero code composte di gas, soprattutto di anidride carbonica e monossido di carbonio, che vengono create dal vento solare.

Le code vengono elettrificate fino a diventare fluorescenti sotto la luce ultravioletta del Sole ed essendo costituite da ioni, interagiscono molto con le particelle cariche del vento solare.

Possono piegarsi in vari modi e ciò dipende dal cambiamento dell’intensità e della direzione del campo magnetico che a volte può anche strappare le code dalla cometa, permettendo a quest’ultima di crearne altre rapidamente.

La nuova coda di Ison

Gli astronomi hanno notato anche un aumento di luminosità, infatti ISON ha raggiunto un magnitudo 8,5 e secondo le previsioni, ci sarà un altro incremento di mezzo magnitudo.

Ciò che si spera è che la cometa sopravviva all’incontro ravvicinato con il Sole per assistere a fine novembre ad uno spettacolo unico e meraviglioso.