venerdì , 14 Dic 2018
Home » Natura e Pianeta Terra » Nasa: una potente tempesta solare potrebbe lasciare al buio la Terra per 2 anni [Video]

Nasa: una potente tempesta solare potrebbe lasciare al buio la Terra per 2 anni [Video]

Nasa: una potente tempesta solare potrebbe lasciare al buio la Terra per 2 anniL’allarme proviene dall’Amministratore della Nasa Charles Bolden: “una tempesta solare potrebbe lasciare al buio per 2 anni non solo gli Stati Uniti, ma anche tutto il resto dei paesi Europei e asiatici.

A questo punto credo che sia giunto il momento di approvare forti misure di prevenzione per affrontare questa tipologia di fenomeni, una tempesta solare potente non è prevedibile e potrebbe risultare devastante per la Terra, così come l’intensificarsi dei fenomeni atmosferici come quelli dei tornado e delle catastrofi naturali in generale”.

La dichiarazione è avvenuta pubblicamente da parte dell’Amministratore NASA Charles Bolden, durante un forum di discussione sugli eventi estremi provenienti dallo spazio.

Una forte tempesta solare infatti, sarebbe in grado di lasciare al buio tutti gli Stati Uniti per uno o due anni, provocando dei danniNasa: una potente tempesta solare potrebbe lasciare al buio la Terra per 2 anni inestimabili alla popolazione, impianti di depurazione, centrali nucleari, satelliti e altre strutture devono essere assolutamente tutelate da questa tipologia di fenomeno, riferisce Bolden.

Questo è un messaggio che ricorda quello televisivo lanciato due anni fa in cui allertava la popolazione e tutte le famiglie dei dipendenti della NASA a prepararsi ad un evento catastrofico.

Ora, un’altro messaggio molto importante viene di nuovo lanciato a tutta la popolazione mondiale e non solo negli Stati Uniti, ma anche nei paesi Europei dove ci sono le infrastrutture maggiormente a rischio sotto questo aspetto.

Verrà inoltre istituita una commissione delle Nazioni Unite per il rischio ed il controllo dei fenomeni spaziali, anche perché, lo stesso Bolden ha dichiarato che “lavorando insieme, si potrebbe salvare la vita di moltissime persone”.