mercoledì , 24 Luglio 2019
Home » Scienza e Nuove Tecnologie » Parmitano, primo astronauta italiano a passeggio nello Spazio

Parmitano, primo astronauta italiano a passeggio nello Spazio

Parmitano, primo astronauta italiano a passeggio nello SpazioOra non resta che attendere la notte del 29 maggio, tutto è stato confermato e alle ore 2:31 della notte di Baikonur in Kazakistan (le 22:31 del 28 in Italia), l’astronauta italiano Luca Parmitano partirà, come previsto, alla volta dello spazio con destinazione Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Ieri presso il segreto “Yuri Gagarin Cosmonaut Training Center” della Città delle Stelle alla periferia est di Mosca, il 36enne cosmonauta originario di Paternò ha superato l’ultima sessione d’esame venendo così confermato dalla Commissione Interministeriale di Stato russo alla spedizione a bordo della navicella spaziale Soyuz TMA-09M.

Semaforo verde per tutto l’equipaggio, il russo Fyodor Yurchikhin (comandante della Soyuz, Roscosmos) e la statunitense (Nasa), Karen LuJean Nyberg, definito anche l’equipaggio di riserva composto dal russo Mikhail Tyurin, dall’americano Richard Mastracchio e dal giapponese Koichi Wakata.

Parmitano, astronauta dell’Esa (Agenzia spaziale europea) e dell’Asi (agenzia spaziale italiana), lascerà Star City il giorno 15 per recarsi in isolamento a Baikonur, mitico cosmodromo dal quale il 12 aprile 1961 partì Yuri Gagarin, il primo cosmonauta della storia.

Parmitano, primo astronauta italiano a passeggio nello Spazio

La missione di lunga durata (sei mesi) che avverrà con lancio sperimentale di sei ore avrà come obiettivi anche la ricerca per una miglior composizione dei biocarburanti, “Alla stazione spaziale vengono effettuati circa 100,120 esperimenti.

Parmitano, primo astronauta italiano a passeggio nello SpazioNel corso degli esperimenti Green Air esploreremo il processo di combustione ed evaporazione a diversi livelli di ossigeno e variando le perdite di carico del combustibile derivato da fonti rinnovabili, ha detto in conferenza stampa Parmitano, maggiore dell’Aeronautica militare italiana e pilota sperimentatore che ai primi di luglio sarà il primo italiano ad effettuare attività extraveicolari (EVA).

Considero molto importante l’esperimento americano Pro K dove si studiano i processi di lisciviazione di calcio dalle ossa, a secondo della quantità di carboidrati, proteine e potassio nella dieta”.

Nel frattempo è stata corretta l’altezza media di manovra della ISS di 2,6 chilometri, i nuovi parametri di manovra oscilleranno, quindi, tra un minimo di 413,8 chilometri fino ad un massimo di 428,2.