Home » Scienza e Nuove Tecnologie » Prime tracce di materia oscura da Ams

Prime tracce di materia oscura da Ams

Prime tracce di materia oscura da AmsLa squadra internazionale che gestisce l’ Alpha Magnetic Spectrometer, un rivelatore di raggi cosmici dal costo di due miliardi di dollari, ha pubblicato i primi dati dello studio condotto negli ultimi due anni.

I risultati, che si basano sull’analisi di 25 miliardi di eventi registrati, hanno mostrato un eccesso di positroni (antiparticelle dell’elettrone) nel flusso di raggi cosmici, forse una traccia della sfuggente materia oscura.

Questo surplus, infatti, potrebbe essere dovuto all’annichilazione di particelle oscure, a presentare lo studio, che sarà pubblicato sulla rivista Physical Review Letters, è stato il portavoce del progetto Ams, il premio Nobel Samuel Ting, fisico delle particelle.

Il rivelatore di raggi cosmici era stato installato sulla Stazione spaziale internazionale il 19 maggio 2011.

Prime tracce di materia oscura da Ams

” Questo è un giallo che dura da 80 anni e stiamo avvicinandoci alla fine”, ha commentato il fisico Michael Turner, dell’università di Chicago, uno dei maggiori esperti nel campo della materia oscura, gli ultimi dati, aggiunge, sono un ” indizio allettante, e ulteriori risultati da parte di Ams potrebbero portare al termine della storia”.

Ams è uno spettrometro magnetico ad alta precisione, capace di captare i raggi cosmici nella regione energetica del TeV (teraelettronvolt, ovvero 10 15 eV), e di intercettare, misurandone tutte le caratteristiche, tutte le particelle elementari che li compongono, grazie ai rivelatori presenti a bordo.