mercoledì , 21 novembre 2018
Home » Cospirazioni e Complotti » WikiLeaks pronta a svelare la guerra avvenuta nell’Oceano Antartico contro gli UFO

WikiLeaks pronta a svelare la guerra avvenuta nell’Oceano Antartico contro gli UFO

WikiLeaks pronta a svelare la guerra avvenuta nell'Oceano Antartico contro gli UFOUn nuovo rapporto circolante nel Cremlino per il presidente Medvedev, da parte delle Forze spaziali russe, 45a Divisione di Controllo Spaziale sta prefigurando una futura rivelazione dettagliata da parte di WikiLeaks sui segreti americani quando furono impegnati dal 2004 in un “guerra” contro gli UFO che sarebbe avvenuta vicino al continente antartico e in particolare nell’Oceano Antartico.

Secondo il rapporto, gli Stati Uniti furono sottoposti al loro massimo livello di guardia dopo il 10 giugno del 2004 per via di una flotta di UFO che sarebbe “improvvisamente emersa” dall’Oceano Meridionale diretta verso Guadalajara ed il Messico, lungo i 1600 km di frontiera degli Stati Uniti.

Tuttavia, prima di raggiungere il confine degli Stati Uniti, questa imponente flotta UFO, secondo il rapporto, avrebbe fatto “ritorno alla loro base” del sud.

I timori americani per quanto riguarda questi UFO segnalati nell’Oceano del Sud cominciarono, secondo il rapporto in data 11 luglio 1991 quando, durante l’Eclissi Solare, le misteriose navicelle apparvero a centinaia sul Messico e anche al di sopra della capitale.

Un elemento importante è che anche se milioni di messicani avevano seguito la trasmissione televisiva nazionale sugli UFO, i media americani rifiutarono di trasmettere le stesse informazioni.

La relazione continua e affronta il fatto che dal 2004, le flotte di UFO del Sud hanno continuato a decollare dalle loro basi, e l’evento più recente di questa portata sarebbe successo Venerdì scorso, quando un altra di queste enormi flotte era stata vista in Cile, Sud America.

WikiLeaks pronta a svelare la guerra avvenuta nell'Oceano Antartico contro gli UFO

Il “pericolo immediato” per le nostre civiltà è correlato all’emersione dall’Oceano Antartico di tali enormi flotte, in relazione alle terribili onde provocate dall’eruzioni sottomarine, come se ci volessero mettere in guardia.

Proprio la settimana scorsa, la Clelia II, una nave da crociera Antartica con 160 persone a bordo, si era quasi capovolta a causa delle onde generate dalla comparsa degli UFO e anche il peschereccio sudcoreano «Number One Insung» era affondato nel 2010 per gli stessi motivi, e solo 20 dei suoi 42 membri dell’equipaggio furono salvati.

Informazioni importanti contenute in questa relazione fanno notare che il 14 ottobre venne chiuso lo spazio aereo sopra New York per via di una ‘minaccia’ UFO, e sembra che questi UFO antartici furono anche responsabili della chiusura dello spazio aereo il 13 ottobre quando furono visti da decine di migliaia di testimoni, in coincidenza con l’esposizione dei misteriosi Teschi di Cristallo degli antichi popoli del Sud America.