domenica , 8 Dicembre 2019
Home » Ufo e Alieni » Prima foto dell’Ufo crash di Okinawa

Prima foto dell’Ufo crash di Okinawa

E’ stata rilasciata la prima foto in assoluto dell’Ufo che si è schianatato al largo della costa di Okinawa da parte di ufficiali della Marina, l’immagine non è molto nitida e ciò è dovuto al fatto che è stata fatta nel fondale dell’Oceano ma mostra chiaramente una fonte di energia ancora incandescente ed è visibile anche la cima della cupola del velivolo.

“Abbiamo voluto rilasciare questa foto al mondo e confermare la relazione elaborata ieri”, ha detto il portavoce della Marina militare giapponese Yoshido Hari.

“Questa immagine darà credito a quello, che alcuni dei nostri cittadini che vivono ad Okinawa, hanno assistito ieri a questo incidente, ci vorrà ancora del tempo prima che il misterioso “aereo” venga recuperato, in modo tale da portare in superficie l’aereo in un’unico pezzo poichè dobbiamo preservare l’oggetto il più possibile”.

Molte persone, tra cui i grandi media, pensavano che i rapporti fossero solo un falso o uno scherzo elaborato così l’immagine scattata dai sommozzatori della Marina giapponese metterà termine ai pensieri di falsità.

Questo non è uno scherzo”, ha detto Hari parlando con i giornalisti, “abbiamo prove evidenti che sul fondo del mare ci sia la presenza di un’Ufo e quello che il mondo pensava praticamente impossibile è ora una realtà, spetta a noi conservare quella realtà, al fine di studiare la struttura della nave aliena e forse anche le forme di vita che la abitano”.

Diversi scienziati provenienti dagli Stati Uniti sono già stati inviati dal governo degli Stati Uniti e arriveranno a Tokyo oggi, tuttavia non è chiaro se la nave sarà spostata nella capitale per ulteriori studi e ricerche o se rimarrà ospitata in un hangar a Okinawa.

“Il nostro obiettivo principale in questo momento è il recupero del velivolo gigante in un’unico pezzo, inoltre dobbiamo farlo uscire dall’acqua salata prima che corroda i pezzi critici, ovviamente mantenendo intatta la struttura se possibile”.

“In questo momento non abbiamo altre foto da far vedere al pubblico, l’acqua è un pò torbida e l’immagine rilasciata al mondo questa mattina è la migliore qualità disponibile in questo momento comunque cercheremo di produrre altre foto del velivolo, in attesa che le condizioni migliorano”, ha dichiarato Hari.