domenica , 20 Gen 2019
Home » Natura e Pianeta Terra » Koshik: l’elefante che parla in coreano

Koshik: l’elefante che parla in coreano

Alcuni animali sono in grado di fare cose straordinarie, proprio come un elefante dello zoo di Seul, capitale della Corea del Sud.

L’animale, chiamato Koshik, non usa la proboscide soltanto per prendere le noccioline e mangiarle, ma anche per parlare proprio come noi.

Koshik infatti riesce a pronunciare ben cinque parole in coreano: “ciao”, “siediti”, “no”, “sdraiati” e “bene”, probabilmente l’elefante non riesce a capire il vero significato di quello che dice, ma come per i pappagalli si tratta di mimetismo vocale, il pachiderma è in grado di fare ciò mettendo la proboscide in bocca in maniera tale quindi da regolare i suoni emessi dalla gola.

Il tutto è stato scoperto e documentato da un gruppo di ricercatori internazionali e pubblicato sulla nota rivista scientifica Current Biology.

Questo in realtà non è il primo caso del genere, infatti, nel 1983 in uno zoo del Kazakistan i custodi scoprirono che l’elefante era in grado di pronunciare alcune parole in russo, purtroppo però all’epoca nessun team di ricercatori si dedicò al caso perché ritenuto poco interessante.