venerdì , 19 Luglio 2019
Home » Scienza e Nuove Tecnologie » Starship: il progetto per portare l’uomo al di là del Sistema Solare

Starship: il progetto per portare l’uomo al di là del Sistema Solare

Esiste un progetto chiamato “Starship” che prevede di sviluppare, entro i prossimi 100 anni, enormi “astronavi” capaci di trasportare l’uomo in luoghi remoti dello spazio, oltre i confini del sistema solare. Secondo il Daily Mail, il progetto ha ricevuto oggi la “benedizione” dell’ex presidente degli Stati Uniti d’America, Bill Clinton.

Il progetto ha già ricevuto ingenti finanziamenti da fondazioni private e istituzioni legate all’esercito degli Stati Uniti. La prossima settimana le menti che hanno generato il progetto si riuniranno in un simposio per discutere i passi necessari per cominciare questa impresa epica.

Bill Clinton, nominato presidente onorario del simposio, in una dichiarazione ha detto: “Questo importante sforzo anticiperà le conoscenze e le tecnologia necessarie per esplorare lo spazio, mentre lo sviluppo degli strumenti che serviranno alla missione, migliorerà la nostra vita qui sulla Terra”.

L’astronauta Mae Jemison, la prima donna afro-americana ad andare nello spazio nel 1992, è stata scelta per la guida del progetto Starship. “Il progetto Starship verrà sviluppato nei prossimi 100 anni e consentirà ad un equipaggio umano di lasciare il nostro sistema solare e raggiungere un’altra stella”, spiega Jemison. “Ci si imbarcherà in un progetto attraverso lo spazio e il tempo. Si tratta di un progetto monumentale che richiederà uno sforzo intergenerazionale”.

Il progetto è partito grazie ad un finanziamento della Defense Advanced Research Projects Agency di 500.000 dollari, finalizzato allo studio di tutto ciò che è necessario allo sviluppo di progetti a lungo termine, come le missioni interstellari.

Il gruppo di studio ha collaborato con l’Icarus Interstellar, guidato da Adam Crowl, il quale ha detto che “un impresa del genere richiede la creazione di generatori di energia rivoluzionari, sistemi informatici basati sull’Intelligenza Artificiale, sistemi di propulsione avanzata, supporto vitale e una nuova comprensione dello sviluppo umano e degli effetti sulla salute umana di prolungati periodi nello spazio. Programmi per stabilire una presenza umana stabile sulla Luna o su Marte, sono un trampolino di lancio verso le stelle”.