mercoledì , 21 novembre 2018
Home » Ufo e Alieni » Ecuador: bambina incontra extraterresti

Ecuador: bambina incontra extraterresti

La segnalazione giunge dalla ricercatrice ufologa Veronica Tamariz che ringraziamo per averci segnalato questa storia interessante, degna di approfondimento. Veronica ha investigato un caso di Incontro Ravvicinato tra una bambina di 4 anni e l’equipaggio di un UFO.

Chirije è conosciuto come una zona importante per gli avvistamenti UFO in Ecuador e pur essendo un parco ecologico, ma anche un luogo in cui le prove sugli UFO e l’esistenza di extraterrestri, qui sono un dato di fatto, perchè la gente del posto è convinta ( e le prove archeologiche ci sono in abbondanza..) che in passato hanno avuto luogo “incontri”, ovvero Interazioni con essere provenienti dalle Stelle. In questa affascinante e bellissima località balneare si è creata una nuova forma di turismo, noto come UFO TURISMOAvventura Ufologica La combinazione di turismo archeologico e UFO insieme,  lo rende più interessante, dal momento che entrambi hanno una connessione.  Molti sono i programmi del luogo, ad esempio la sera  venogno organizzate mini conferenze sugli UFO , e di notte si può godere di una avventura cosmica della pista di atterraggio a Puerta del Sol, per osservare il cielo in cerca di astronavi extraterrestri.

Come in passato a Chirije il 23 Agosto alle ore 18 è accaduto un fatto che la gente del posto, lo ricollega ad un prossimo Contatto con i Maestri delle Stelle. La figlia del Guardiano del villaggio che si chiama Nicole Carbo di quattro anni, ha visto atterrare un UFO di forma ovale  sulla spiaggia di Chirije. La bambina ha notato che si poteva distinguere benissimo un essere ET che si trovava all’interno del veicolo spaziale e che questo l’ha salutata. L’essere era vestito  con una tuta bianca e aveva tratti orientali, con occhi a mandorla, molto alto. Al saluto dell’essere alieno, la bambina ha risposto allo stesso modo salutandolo. La gente di  Chirije parla spesso di visite da parte dei fratelli cosmici (qui la chimano Fratellanza Bianca) e le prove si possono trovare anche nei reperti archeologici del posto.